Venghino Siori - Max Ferrigno artShow

Info
Statistics
Created: 12/07/11
Last Edited: 12/07/13
568
43
8
Description
Max Ferrigno Event
  • BIOGRAFIA . MAX FERRIGNO
  • Max Ferrigno nasce tra lecolline del Monferrato, esattamente a Casale Monferrato, il 14 novembre 1977, ela sua base operativa continua ad essere proprio lì in quella zona, anche se inrealtà nel suo petto batte un cuore romano che pompa sangue tutto siciliano. Lasua carriera è maturata sin dai primi giorni in cui ha conseguito il diplomaartistico, grazie ad una bellissima esperienza come decoratore che gli ha fattomantenere un fortissimo legame con l'arte che ha accresciuto in lui la voglia eil desiderio d’indipendenza espressiva. Così nel suo piccolo laboratorio"domestico" è riuscito a dare spazio al suo lavoro, proprio comeaveva sempre desiderato, dando forma alle fantasie dei suoi, per fortuna semprepiù numerosi, clienti, tra i quali ricordiamo Gardaland, Eurodisney, HalloweenParty Chicago, Cowboy Guest e Minitalia. Il lavoro l’ha spinto, inoltre, aviaggiare molto dando modo alla sua personalità di crescere e svilupparsirafforzando così il rapporto con se stesso ricercando una nuova sintesi diforma ed espressività.

    Una prima serie dei suoi lavori, non a caso, sonodedicati proprio a questa ricerca, molto introspettiva se vogliamo, che prendeforma dall'ammirazione per la cultura messicana e per certe culture del SudAmerica e dell'Africa. Da questi viaggi corporali e spirituali parte la ricercadi questo suo senso di rinnovamento che non trova ancora una precisa forma.
    Max adora definire questo periodo “il passato”,una fase superata, che non rinnega, anzi, della quale è pienamente felice perchél’ha reso più forte e gli ha permesso di essere quello che in questo momento ècontento di essere. Questa speranza di vedere le cose in modo nuovo e altro,cercando costantemente di ristabilire una nuova connessione con il sociale, èstata il catalizzatore di questa nuova disillusione che definitivamente hapermesso a Max di rifugiarsi in un mondo sicuro, fatto di fantasia ed euforia, dicartoni animati giapponesi, di "anime" insomma. Una delle tappefondamentali di questo passaggio risale al 2005 in occasione della mostra delmaestro Murakami a Torino, dalla quale l'artista non si sente ancora del tuttouscito; egli è rimasto stregato dalla perfezione e dalla semplicità espressivadell'artista giapponese tanto da percepire, con lungimiranza, che la suacompletezza artistica avverrà solo nel momento in cui si sentirà pronto ad affrontarela terra nipponica. Una forte scossa artistica, talmente forte da essere didefinitiva rottura con il passato, una sorta di scisma che vedenell'introspezione una nota di comunione con la prima versione di Max Ferrigno.Riaprire certi cassetti della memoria, anche quelli più lontani e intimi, gliha donato un sentore di sicurezza e stabilità che ha dato il via ad una vera epropria esplosione di idee e progetti in continuo divenire. Questo è stato ildefinitivo passaggio al "Max Ferrigno artista popsurrealista", dovegli "attori attivi" sono i personaggi dei cartoni animati, lemerendine e i giochi di una generazione ormai passata, ma che riprendono vitain un tripudio di colori accesi, intensi e dissonanti, che si mischiano ad unaforza espressiva decisamente sinestetica.

    Da qui in avanti Max ha continuato adipingere senza sosta e con nuova voglia di scoprire, la sua prima collezioneNew Pop di acrilici su legno ha visto la luce a Milano nel 2010, poisuccessivamente nel Maggio del 2011 un'esposizione a Torino presso Crim Shop, aRoma nell'Ottobre del 2011 è stato partecipe tra gli artisti di Mondo BizzarroGallery ad Italian Pop Surrealism e tra i progetti futuri ricordiamo lapersonale a Carrara presso il laboratorio creativo "EXP."(www.iamexp.com) prevista per la fine di Novembre 2011.


  • by Simone SID Giannelli

Discuss This Project: ( Comments)

You must to join the conversation.